La fragilità umana sta nei limiti della conoscenza e nella paura della diversità.

Dall'essere genitori con figli fragili è nata l'esigenza di far sentire la nostra voce, non solo di denuncia o di richiesta ma anche di proposta per contribuire in primo piano allo sviluppo di una cultura per l'integrazione, la solidarietà e l'accoglienza.